lunedì 18 aprile 2016

Water Violet

Il cardigan era pronto a fine marzo... allacciatura non centrata, un semplice dettaglio lace sul davanti e ripreso sui polsi, bordi i-cord e una linea che sottolinea appena il fianco. 
Piccoli particolari, che rendono interessante ed originale un capo classico.
Come piace a me.





La scrittura del pattern è stata impegnativa, ma sono soddisfatta del risultato.
Volevo sviluppare un numero sufficiente di taglie ( dalla S alla XXL ),  perchè si devono vestire tutte le donne e non solo quelle che portano la M.
Il cardigan è facilmente adattabile alle proprie esigenze e le spiegazioni della parte traforata sono sia scritte che rappresentate in uno schema.

Ho avuto la fortuna di avere delle amiche che si sono offerte di dare "un'occhiata" al pattern e da loro ho ricevuto mille buone indicazioni. Loro sanno chi sono e io le ringrazio ancora tanto!! <3

Si trova nel mio Raverly store

p.s. Water violet è un omaggio ai "fiori di Bach", cura dolce per l'anima.


mercoledì 20 gennaio 2016

Almost blue

Spesso adatto alle mie esigenze i pattern ai quali lavoro e a volte me li creo dal nulla perché siano ancora più "personali".
Era da molto tempo che desideravo cimentarmi con la scrittura di un pattern; mi piaceva la sfida di rendere comprensibile anche ad altri l'idea che prendeva forma nella mia testa.
Così ho messo per iscritto i miei appunti, trasformandoli in un progetto che potesse essere semplice ma non noioso e che desse tutte le indicazioni per realizzare un cappello da donna.

Il pattern, in due taglie, con istruzioni scritte e grafico, è scaricabile gratuitamente da raverly e per il momento è solo in italiano.
La mia versione è stata realizzata in Alpaca Drops.


Ringrazio tutte le amiche che mi hanno sostenuto, anche con le condivisioni su Facebook e gratificandomi con le loro gentilezze e parole di incoraggiamento.  <3
Il mio 2016 arriva portando con sé coraggio, voglia di novità e desiderio di crescita personale.

A.

lunedì 11 gennaio 2016

Una rosa invernale

Non sono un'amante del rosa.
Io amo la sua versione più "dark" ( il viola, tutti i viola!), ma quando ho visto quelle due matassine di Malabrigo Silkpaca colore Pink Frost, un filato delicatissimo e prezioso, in un tenue color pastello freddo ... ho pensato subito che non potevo lasciarmele sfuggire.
La Silkpaca è un filato lace, 70 % alpaca e 30 % seta, con una morbidezza perfetta per capi che richiedono un notevole drappeggio. Ho scelto di utilizzarla, quindi, per uno scialle molto femminile, elegante, quasi romantico.


Il pattern è di Veera Valimaki e la costruzione dalle linee essenziali esalta perfettamente la bellezza del filato.
Ho pensato che qualcuno avrebbe amato molto indossare un capo così bon ton ... e quindi l'ho regalato a mia madre per il suo compleanno.

Con l'inizio del nuovo anno, le idee che mi frullano per la testa cominciano a prendere forma sulla carta e sui ferri. La "rosa invernale" chiude il mio 2015 maglistico, ma spero in un 2016 ancora più interessante.

A.

lunedì 7 dicembre 2015

Preparativi

Sono nata a Milano e nel mio DNA c'è che l'albero di Natale non si fa prima di Sant'Ambrogio!

Quindi oggi i ragazzi hanno addobbato il nostro alberello sintetico (che in verità ha visto giorni migliori!) e distribuito per casa angioletti portacandele e lucine colorate.
Lo spirito natalizio arriverà...




lunedì 16 novembre 2015

Fedeltà

Premessa: non ho mai lavorato due volte lo stesso pattern.
Anche se uno schema mi è piaciuto molto, era scritto bene e mi ha regalato nuove nozioni, anche se il capo finito aveva grande vestibilità o fascino...io non ho mai fatto il bis.
La mia motivazione è che c'è così tanta scelta, fra pattern free o a pagamento, che preferisco sempre buttarmi su qualcosa di nuovo. Finora è andata così, poi si vedrà...

Questo però non vuol dire che non abbia le mie "fedeltà".
Quando scopro un@ designer, il cui stile ed approccio maglistico mi piacciono, allora mi ritrovo a lavorare più e più pattern suoi.

Il primo vero amore è stata Ysolda Teague, Mi piace la varietà dei capi che disegna ( cappelli, guanti, scialli, pullover...) e i suoi pattern sono scritti in maniera impeccabile, facili da seguire anche se il modello ha una costruzione impegnativa.

Poi adoro lo stile di Cecily Glowik Macdonald. Ho già realizzato alcuni suoi pattern, ma i suoi pullover ed i suoi cardigan sono sempre nella mia lista dei desideri e nella mia queue!

Naturalmente non posso tralasciare gli scialli spettacolari di Veera Valimaki. Costruzioni interessanti che permettono di dare valore ad ogni tipo di filato e giochi di colore per avvolgersi in un abbraccio unico ed originale.

In questo momento, la mia attenzione è catturata da Joji Locatelli. Mi piace il suo modo semplice di mostrare i capi, l'allegria delle sue foto e la portabilità dei suoi capi. Era un suo pattern il maglione fatto a #figliagrande lo scorso inverno.



Per questa stagione ho scelto uno scialle, tripudio di ferri accorciati e pippiolini...
Questo pattern mi ha permesso di valorizzare una merino di Malabrigo, sulla quale nutrivo molti dubbi e che invece è risultata perfetta. Il risultato è uno scialle morbido ma non molle, che drappeggia bene sulla schiena.



P.s. La nebbia di questa mattina di novembre mi ha ricordato un libro e sono andata a recuperarlo fra gli scaffali della mia libreria perchè, a differenza dei pattern di maglia, ci sono libri che rileggo sempre con gioia...

"Stai per cominciare a leggere il nuovo romanzo Se una notte d'inverno un viaggiatore di Italo Calvino. Rilassati. Raccogliti. Allontana da te ogni altro pensiero. Lascia che il mondo che ti circonda sfumi nell'indistinto. "

Credo che oggi accetterò il consiglio!
A. 









sabato 24 ottobre 2015

Prunus

Spesso mi tuffo nel mio stash per progettare e pensare ai possibili abbinamenti coi pattern che amo di più e che vorrei realizzare. A volte scopro dei piccoli gioielli nascosti o dimenticati (o forse, meglio, sommersi!). E' proprio il caso di questo filato... acquistato d'impulso, non saprei più dire quanti anni fa, per il suo colore caldo e la sua morbidezza confortevole. Mi aveva fatto subito pensare ad uno scialle, perfetto per l'autunno...
Ed ecco che finalmente il pattern adatto si fa notare e  prunus  prende forma.





Lo schema è piuttosto facile da memorizzare ma non  noioso. 
E' una lavorazione top down e si può aumentare o ridurre il numero delle ripetizioni. L'adattabilità anche alla quantità di filato è un aspetto importante che valuto sempre come un bonus negli schemi degli scialli.

Il risultato è uno scialle morbido, caldo, con un aspetto classico, ma versatile. Il colore è perfetto per questa stagione. 

A.


venerdì 11 settembre 2015

Settembre...anno nuovo

Non mi sono mai scrollata di dosso l'idea che l'anno iniziasse a settembre.
Prima come studentessa, ora come mamma...tutto inizia a settembre. La scuola, le attività, gli impegni extrascolastici.

Negli ultimi due anni, fra le varie attività che riprendono, c'è anche il corso di maglia che organizzo nel mio Comune. Frequentato da un gruppo ormai consolidato di allieve, si apre per accogliere anche signore che invece possono partecipare solo per breve tempo.
Tenere un corso di maglia è stata ed è un'esperienza molto gratificante. 
Da un punto di vista professionale mi ha aiutato a migliorare il mio modo di comunicare la mia conoscenza. Credo sia capitato a tutti di avere a che fare con persone che sapevamo essere preparatissime su certi argomenti, ma dalle quali abbiamo poi imparato poco o nulla perchè erano incapaci di trasmettere la loro preparazione. Ecco...io mi sforzo di imparare costantemente come spiegare al meglio ciò che so, cercando di motivare e sostenere le fatiche di chi è principiante.

E' anche un'esperienza molto importante da un punto di vista strettamente personale. Ho conosciuto donne diverse fra loro, ma tutte ugualmente speciali (come tutte le donne!) Poichè devo rapportarmi con ciascuna di loro in modo diverso, in base ai loro caratteri e alle loro esigenze, ho scoperto anche mie caratteristiche personali sulle quali non avevo mai realmente riflettuto. 

Per iniziare in bellezza il nuovo "anno scolastico" ho aggiornato i miei strumenti di lavoro e mi sono fatta un regalo.




E' un set HiyaHiya.
8 coppie di punte in acciaio da 4" di lunghezza, 4 cavi di diversa lunghezza, gommini per bloccare le punte ai cavi...
Il tutto in una elegantissima custodia in tessuto damascato, con tasche con zip per ulteriori accessori e scomparti per punte da aggiungere.
Prestissimo il kit verrà inaugurato per un progetto speciale.

Adesso sono veramente pronta per l'anno nuovo.

A.